Magico paese

Curva dopo curva
entrando e uscendo
da gallerie di tufo
tra abeti, pini e faggi
… il lago …
Culla le sue acque
blu, azzurre, turchesi
profonde
nel letto con sponde di montagne
ed alte vette a picco
Nella magica valle
il piccolo paese
d’inverno, in primavera
in estate, in autunno
aspetta, accoglie, protegge
La chiesa, gli stavoli
le case, le locande
le osterie, l’albergo
il prosciuttificio, le viuzze ripide
Presepi a Natale
nei fienili
lungo le vie
fuori dalle case
immersi nella neve
Carnevale con maschere artigianali
Feste sentite partecipate
D’estate camminate
verde, tanto verde
natura silenziosa profumata
Poesie in alta quota
accompagnate dal suono
di una tromba, di un sax
mentre albeggia
Sauris, magico paese

Lascia un Commento